Connessione Corpo Mente Spirito

Vi è mai capitato di avere un mal di testa terribile, che perdura da giorni, nonostante abbiate provato tre diversi tipi di antidolorifici? Oppure di avere dei dolori allo stomaco, nonostante la vostra alimentazione sia sanissima e facciate regolarmente attività sportiva? Beh, tutti questi sintomi, la maggior parte delle volte, si possono ricondurre ad una sola causa principale: lo stress.

Studi recenti hanno dimostrato che lo stress rappresenta la causa di ben il 95% dei disturbi e delle malattie che colpiscono l’essere umano. E se ci fosse un modo per ridurre i livelli di stress che tanto impattano sulla qualità della nostra vita, sia a livello psico-emotivo, ma anche da un punto di vista fisico? Ci risparmieremmo parecchi incontri da medici di base e specialisti, sicuramente una valanga di farmaci che alla lunga portano più effetti collaterali che benefici, ma soprattutto ci risparmieremmo una cosa che fa paura a molti di noi: il dolore. Eh si, perché tra corpo, mente e spirito sussiste un profondo legame di connessione, tale per cui queste tre porzioni dell’essere umano si influenzano costantemente tra loro e spesso diventano così fittamente intersecate che facciamo fatica a percepire dove termina una e comincia l’altra!

Di conseguenza un signore sulla sessantina una mattina si sveglia con un dolore al petto, giustamente si reca al Pronto Soccorso, il personale medico ordina di effettuare tutti gli esami del caso e non risulta nessun problema al cuore, per cui il signore viene dimesso. Tuttavia questo episodio succede di nuovo, magari a distanza di qualche mese, abbinato alla difficoltà di respirare profondamente, per cui il signore si reca (giustamente) di nuovo all’ospedale, ma dopo aver eseguito tutti gli accertamenti, viene dimesso senza una valida spiegazione che spieghi il dolore e probabilmente con un paio di impegnative per dei farmaci nuovi da prendere “al bisogno”. Questo processo si ripete diverse volte nel corso di un paio d’anni, sempre con la stessa procedura: Pronto Soccorso, test, ammissione in reparto, altri test, somministrazione farmaci, dolore scomparso (temporaneamente), dimissione. Ma perché nessuno si inventa di chiedere a questo signore “Come sta? Com’è andata oggi la sua giornata? C’è qualche problema o difficoltà di cui vorrebbe parlare? Mi racconti della sua famiglia/lavoro..”. Perché non si pone mai, o quasi, l’attenzione sull’aspetto psico-emotivo del dolore? A mio avviso, se come professionisti sanitari, ma anche come familiari, compagni, genitori rallentassimo un po’ la frenesia di questo mondo moderno e ci fermassimo ad ascoltare empaticamente chi ci trovassimo davanti, forse le cose andrebbero diversamente. Un fantastico articolo de La Repubblica già nel Febbraio 2010 spiegava come i sentimenti e le emozioni possono effettivamente deformare il muscolo cardiaco, provocando gli stessi sintomi di un’arteria ostruita!

Ma c’è una buona notizia: una cura per lo stress esiste! Anzi, a dire la verità ce n’è più di una! Questi sono i miei consigli personali per aiutarvi a creare una connessione positiva tra corpo, mente e spirito, e quindi ridurre i livelli di stress:

-       Stare nella Natura. Siamo spesso circondati da cemento, palazzi, strade, semafori, automobili, rumore, fumo, smog, tutti elementi che in diversi modi influenzano negativamente i tre aspetti dell’essere umano. Perché non cominciare a rimpiazzare questi elementi con dei prati, degli alberi, il cielo, delle nuvole, del vento, dei tramonti, degli uccelli o dei cagnolini? Impegniamoci a passare del tempo all’aperto, magari in campagna, ancora meglio se in compagnia di persone a noi care!

-       Pensare Positivo.  Noi siamo ciò che pensiamo. Buddha dice “Ciò che pensi, diventi. Ciò che senti, attrai. Ciò che immagini, crei”. Sforzarsi di mantenere una visione positiva delle situazioni che la vita ci pone davanti, ci aiuta a ridurre le angosce e lo stress che potrebbero derivare da un’attenzione rivolta verso le difficoltà e le potenziali problematiche che potrebbero crearsi. Guardate il bicchiere mezzo pieno, piuttosto che mezzo vuoto!

-       Vivere nel Presente.  Il tempo è una delle cose più importanti che abbiamo, per cui cerchiamo di godercelo appieno. La vera vita è qui e adesso. Se continuiamo a restare nel ricordo del passato o ad angosciarci per la paura del futuro, non apprezzeremo mai le piccole grandi cose che ci accadono nel presente, il vero e unico tempo che possiamo vivere.

-       Praticare Yoga. Lo yoga, nata come disciplina puramente spirituale, attualmente è in grado di combinare così perfettamente e delicatamente i tre aspetti dell’essere umano, insegnandoci valori come l’accettazione, di noi stessi e dell’altro, la compassione, la determinazione, la disciplina e l’unione.

 

Connect Fisioterapia Pilates Yoga, immerso nel verde della periferia padovana, offre ai suoi allievi degli strumenti per migliorare la connessione tra corpo mente e spirito, attraverso queste tre discipline. Per maggiori informazioni sui nostri servizi, contattateci a info.connectfpy@gmail.com oppure 3771842873.